Liliana CAVANI
I cannibali
(1969)
Locandina "I cannibali" - Liliana Cavani

LOCANDINE


SCHEDA TECNICA


soggetto: Liliana Cavani
sceneggiatura: Italo Moscati, Liliana Cavani
regia: Liliana Cavani
aiuto regia: Gianni Amelio, Ugo Novello, Paola Tallarigo
scenografia e costumi: Ezio Frigerio
montaggio: Nino Baragli
fotografia: Giulio Albonico
musica: Ennio Morricone
organizzatore generale: Giuseppe Francone
direttore di produzione: Federico Tofi
produzione: Enzo Doria, Bino Cicogna per la Doria-San Marco Film
distribuzione: Euro International Films
origine: Italia
pellicola: 35 mm, colore, Techniscope
durata: 88 minuti

PERSONAGGI E INTERPRETI


Pierre Clement (Tiresia)
Britt Ekland (Antigone)
Francesco Leonetti (padre di Emone)
Delia Boccardo (Ismene)
Marino Masè (fidanzato di Ismene)
Cora Mazzoni (madre di Antigone)
Francesco Arminio (padre di Antigone)
gli attori della "Comunità teatrale Emilia Romagna"
con la partecipazione straordinaria di
Thomas Milian (Emone)

TRAMA


Sulle strade di una città si trovano cadaveri che nessuno seppellisce e tra i quali la gente passa con indifferenza. Per decisione delle autorità, infatti, i corpi dei ribelli - giustiziati perché contrari all'ordine costituito - devono restare insepolti, allo scopo di creare un deterrente ad ulteriori ribellioni.
Antigone, una ragazza il cui fratello è morto in una sommossa, vuole dare sepoltura al congiunto, e I'unico che I'aiuta in questa triste incombenza è Tiresia, uno straniero la cui lingua è sconosciuta.
Insieme, i due iniziano a seppellire i cadaveri, finché non vengono scoperti e giustiziati a loro volta.
Ma il loro sacrificio non è vano, perché altre persone, sfidando I'autorità, si dedicano a raccogliere i corpi dei ribelli e a dare loro sepoltura.

SELEZIONATO PER...


  • Festival dei Due Mondi, Spoleto, 1970
  • XXIII Festival di Cannes ("La Quinzaine des Réalisateurs"), 1970
  • VIII Festival di New York, 1970
  • XIV Festival di San Francisco, 1970
  • XIV Festival di Londra, 1970

PREMI


  • "Targa AIACE", 1970

FOTOGRAFIE DI SCENA