Liliana CAVANI
Galileo
(1968)

SCHEDA TECNICA


sceneggiatura: Tullio Pinelli, Liliana Cavani, (con la collaborazione di) Fabrizio Onofri
consulenza storica: Boris Ulianich
regia: Liliana Cavani
aiuto regia: Rina Macrelli
scenografia e costumi: Ezio Frigerio
montaggio: Nino Baragli
fotografia: Alfìo Contini
musica: Ennio Morricone
organizzatore generale: Sergio lacobis
produzione: Leo Pescarolo per la Fenice Cinematografica (Venezia), Rizzoli Film (Roma) e Kinozenter (Sofia)
distribuzione: Cineriz
origine: Italia-Bulgaria
pellicola: 35 mm, Eastmancolor
durata: 92 minuti (versione originale 105 minuti)

PERSONAGGI E INTERPRETI


Cyril Cusack (Galileo)
Giulio Broggi (Sagredo)
Paolo Graziosi (Bernini)
Gigi Ballista (Commissario domenicano)
Gheorghi Cerkelov (Bellarmino)
Nicolai Doicev (Inchofer)
Gheorghi Kaloiancev (Giordano Bruno)
Nevena Kokanova (Marina)
Marcello Turilli (Acquapendente)
Pietro Vida (Urbano VIII)
con la partecipazione straordinaria di
Lou Castel (Padre Charles)

TRAMA


Galileo Galilei insegna fisica all'Università di Padova, dove circolano le innovative idee di Giordano Bruno. Grazie all’uso di un rudimentale binocolo riesce a studiare il movimento astrale e si convince che il Sole e non la Terra è al centro del sistema dell'universo. Chiamato a Roma per mostrare e spiegare le sue ricerche viene invitato dal Cardinal Bellarmino e dal Papa stesso a soprassedere a tali studi, poiché le sue affermazioni sono ritenute ai limiti dell'eresia. Ma egli, tornato a Firenze, continua le sue ricerche e pubblica un libro. Giunge così una denuncia che porta al sequestro dell’opera e all'arresto di Galileo. Questi viene sottoposto ad una serie di interrogatori e, anche per il timore della tortura, dinanzi al tribunale dell'lnquisizione firma una abiura solenne.

SELEZIONATO PER...


  • In concorso alla XXIX Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, 1968

PREMI


  • "Premio Cineforum" (ex aequo con Faces di John Cassavetes), 1968

FOTOGRAFIE DI SCENA