Liliana CAVANI
Castello dei Pio, Carpi (Modena), sede della Fondazione
Carpi


L’Associazione, nata su iniziativa congiunta del Comune di Carpi, della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e dell'imprenditore locale Alfredo Saltini, si costituisce formalmente nel 1991, ma risulta attiva fin dal 1990, con l’organizzazione di una rassegna retrospettiva e di un convegno di studi dedicati a Liliana Cavani.

Nel proprio atto istitutivo si propone di "raccogliere, conservare, mantenere e divulgare I'opera cinematografica, audiovisiva e letteraria" della regista carpigiana. Al fine di evitare che tale patrimonio vada danneggiato o disperso a causa della cattiva conservazione, e per renderlo disponibile a studiosi, critici, circoli del cinema, l'Associazione intende inoltre "raccogliere, conservare e catalogare pubblicazioni, scritti, atti e documenti riguardanti I'opera della regista" e promuovere iniziative di ricerca, studio e momenti di approfondimento, quali convegni, tesi di laurea, mostre, rassegne di proiezioni e così via.

Di Liliana Cavani, dapprima autrice di documentari per la televisione, poi regista cinematografica e, in anni più recenti, di opere liriche, I'Associazione raccoglie I'intera attività, grazie ad un ricco patrimonio di materiali filmografici e videografici.

Le pellicole sono depositate presso la Cineteca comunale di Bologna, ai fini di una più adeguata conservazione ed una maggiore fruizione e circuitazione.

A Carpi presso la Videoteca comunale sono a disposizione del pubblico i lungometraggi, i cortometraggi, i documentari e le opere liriche di cui è stata effettuata la registrazione televisiva mentre presso I'Archivio storico comunale si trova il materiale cartaceo e iconografico.

 

Associazione Fondo Liliana Cavani
presso Assessorato alle Politiche culturali del Comune di Carpi
via San Rocco 5 - 41012 Carpi (MO)
tel. 059/649905 - fax 059/649901
e-mail: cultura@carpidiem.it